Dona il tuo cinque x mille 10182550011

Segui il Rifugio
 

Il rifugio

30 anni di attività grazie al grande cuore di Anna Luisa Ramondetti Cassardo

Come fortemente desiderato da Annisa, la nostra fondatrice, il Rifugio Ramondetti Cassardo dà seguito al suo intento primario, volto a salvare quanti più cani possibili, con ogni mezzo e risorsa, con volontà ferma e caparbia: abbiamo ampiamente superato i 7000 cani salvati, curati, e adeguatamente ricollocati.

Molte cose sono migliorate nella gestione della detenzione degli ospiti (‘detenzione’, questo termine freddo e ostile cui cerchiamo di conferire calore e dignità): siamo fieri di come, pur trattandosi di un canile, i nostri cani siano accuratamente accuditi, puliti e seguiti.

Gli spazi del rifugio

Per garantire ai nostri amici a quattro zampe una qualità di vita decorosa abbiamo deciso di non superare i 60 ospiti: possiamo così offrire loro una permanenza al Rifugio secondo i nostri canoni, che sono ottimizzati nel loro esclusivo interesse. Il loro benessere è la nostra priorità!
La vita in box è dura nonostante i nostri siano spaziosi, puliti e il più possibile ‘a misura’ (circa 10 mq per i piccoli, 10/20 mq per i grandi), chi gradisce in coppia/compagnia, alcuni all’aperto con area verde a disposizione: cerchiamo di andare incontro ad ogni tipo di esigenza.
Tutti i cani presenti in Rifugio godono di almeno due uscite quotidiane, che sia passeggiata o sgambo nelle aree dedicate. I volontari ci aiutano a garantire questi due momenti di libertà preziosi ogni giorno, dando a noi operatori la possibilità di poter dedicare del tempo a quelle creature “particolari”, che hanno maggiormente subìto, e che hanno bisogno di un’attenzione ulteriore. Il nostro lavoro comprende l’offrire loro una seconda possibilità di vita in famiglia, a casa, lavorando quindi sui loro punti di disagio e di fragilità per arrivare all’adozione nuova, e definitiva.

Benessere e cure mediche

Spesso il benessere passa direttamente dalle cure mediche e dagli interventi sanitari, (dalla semplice sterilizzazione fino ad arrivare alla chirurgia più complessa) di cui si occupa il nostro nuovo Ambulatorio Veterinario.

Ci capita di dover sanare situazioni di malessere che si riflettono anche sul comportamento, causate da precedente incuria e procedere con terapie mirate per tutte le problematiche dei nostri ospiti più anziani e in difficoltà (diabete, cardiopatie, malattie epatiche, renali, neurologiche). La casistica è veramente ampia e provvedere rappresenta un grosso sacrificio a tutti i livelli: economico, di risorse ed energie. Ma il ‘premio’ è vederli salvi al 100% e, possibilmente, in una nuova CASA.

A volte provvedere alla salute non basta a sanare afflizioni emotive, ‘psicologiche’, anche dette problematiche comportamentali, dovute alla pessima gestione precedente, che  sfociano in distacco, alienazione, diffidenza, ansie, fobie, aggressività. Per poter affrontare e risolvere le svariate problematiche ci avvaliamo della guida del Veterinario Comportamentalista Dott. Diego Rendini: la nuova, agognata, idonea adozione a volte passa anche da questo importante step.

Una nuova casa, una nuova famiglia che sappiano dare loro ciò di cui hanno bisogno, attraverso una nuova vita.

La speranza di una nuova casa

Ogni cane ha esigenze differenti, ed è nostra cura e responsabilità conoscerlo, inquadrarlo, e riuscire a trovargli giusto contesto e persone che riescano a soddisfarle.

Ogni adozione è scrupolosamente seguita, valutata, verificata sia nelle fasi precedenti di conoscenza reciproca con quello che sarà ad ogni effetto un nuovo membro della famiglia, sia nel prosieguo.

Ci teniamo, senza mai invadere, a rimanere in contatto per tutta la vita del cane. Il motivo è che ci sentiamo e ci sentiremo SEMPRE responsabili per i nostri cani: nonostante la nostra speranza sia che la permanenza da noi possa tornare ad essere solo una parentesi tra il “prima” ed il “per sempre” che ciascuno di loro merita, anche in futuro, anche dopo molti anni, il Rifugio sarà sempre un luogo di sicuro accoglimento per loro. Per molti, troppi cani, ormai e purtroppo, il Rifugio diventa invece una vera e propria casa: a questa triste e più che mai bisognosa categoria è dedicato il programma delle adozioni a distanza.

Gli obiettivi per il futuro

Il nostro obiettivo principale è quello di garantire un solido futuro all’opera fondata da Annisa, più di trent’anni fa: vogliamo esistere per poter aiutare il maggior numero di cani possibile. Da quando Annisa salvò il primo cane, nel 1980, tutto è cambiato e cambierà ancora: la cultura cinofila si è evoluta e i cani oggi sono considerati veri e propri membri della famiglia. Il Rifugio ha sempre cercato di distinguersi, rinnovarsi e migliorare: non è più soltanto un porto sicuro per migliaia di cani. Diventerà un luogo in cui poter INCONTRARE, ADOTTARE, CURARE, EDUCARE, IMPARARE A GESTIRE AL MEGLIO il nuovo membro della famiglia.

Il nostro progetto è quello di trasformare un semplice ricovero temporaneo in un centro polifunzionale dove, chi deciderà di condividere la propria vita con un amico a 4 zampe, potrà trovare tutti i servizi e gli ausili necessari ad ottimizzare la convivenza con il proprio cane. E’ già attiva una nuova e avanguardistica CLINICA VETERINARIA, a breve sarà possibile fruire di percorsi accompagnati da educatori cinofili, incontri con nutrizionisti e con professionisti qualificati nei più svariati segmenti della cinofilia.

Vogliamo restare ‘al passo coi tempi’, evolvendoci e cercando di avvicinare ed educare le persone ad una corretta gestione del proprio cane.

Tutti i servizi offerti nel nostro centro saranno in primis improntati al benessere dell’animale e della sua nuova famiglia, ponendo sempre al primo posto questi valori.

Chi gradirà fruire di tali servizi potrà contare su un livello di professionalità elevato, e allo stesso tempo contribuirà al sostentamento degli ospiti del Rifugio presenti e futuri, senza alcun esborso aggiuntivo: le nostre attività sono collegate a doppio filo unicamente al loro benessere e alla loro riuscita nella nuova vita, quella che cerchiamo per ognuno di loro.

Sarà per noi motivo di orgoglio e soddisfazione poter assistere i nostri sostenitori non solo nel momento dell’adozione, ma anche in futuro, per qualsiasi esigenza si presenti nell’arco della vita.

E speriamo di poterlo fare ancora a tempo indeterminato, grazie all’aiuto di tutti voi.

Cosa puoi fare per aiutarci?

L’obiettivo del Rifugio Ramondetti è quello di far adottare tutti gli animali presenti nella struttura da nuove famiglie amorevoli.

Il nostro scopo è proprio quello di offrire a queste creature un luogo sicuro dove trascorrere una breve parentesi della loro esistenza, in attesa di una casa: il nostro lavoro è fatto bene quando, in poco tempo, una nuova famiglia decide di adottare uno dei nostri ospiti.

Conosci i nostri ospiti

Il tuo contributo

per una buona causa

Aiutaci a scrivere il futuro dei nostri trovatelli: scegli di donare il 5×1000 della tua dichiarazione dei redditi al RIFUGIO RAMONDETTI COSSARDO di Trofarello.